L’eterna lotta tra Bene e Male (UA vs. UeF) epilog

L’eterna lotta tra Bene e Male (UA vs. UeF) epilog

Così dicendo fece fare un passo indietro a tutti quanti, e iniziò uno strano rituale che non saprei descrivervi con precisione, ricordo solo che aveva disegnato un cerchio per terra e altri piccoli disegni incomprensibili. Alzò le mani e una strana luce azzurra percorse il suo corpo.
Iniziò a tremare vistosamente e incanalò le sue forze al cielo. Un portale si aprì. Era al culmine del rito quando una forte esplosione ci catapultò all’indietro.
I primi che si ripresero dall’urto si accorsero di una cosa spaventosa: Raist era sparito!
Non nego che il panico prese il sopravvento del gruppo.
Domande su cosa avremmo fatto ora se ne sentirono a centinaia.

Poi un tuono immenso percorse il mondo in tutte le direzioni.
Era successo qualcosa di vitale importanza!
Subito dopo il buio…

Mi svegliai stordito.
Qualcuno mi stava inumidendo la fronte con della fresca acqua.
Girai gli occhi per vedere chi mi stava prestando soccorso e riconobbi subito il volto familiare: era Raist! Cosa gli era accaduto? Dove mi trovavo?

Raist- Sei al sicuro ora. Come tutti gli altri del resto. Sei tornato a casa.
Kheil- Non e’ possibile…c’erano i Demoni che avevano preso possesso della torre, mica e’ stato anche questo un sogno?
Raist- No purtroppo e’ stato tutto vero.
Kheil- Cosa ti e’ successo allora? Come mai sei sparito misteriosamente in quello scoppio?
Raist- Sono stato vittima del nemico, mi hanno evocato con la loro magia e stavano per colpirmi a morte quando mi sono reso conto che la Torre era a pochi passi da me e i loro primi attacchi erano parati da qualche strano sortilegio. L’incantesimo basto’ quel poco di tempo che mi ci volle per correre verso l’atrio della Torre. Li dentro sentii una fortissima presenza malvagia ma con mio stupore dalla mia persona ne usci’ una presenza bianca pronta a contrastarla.

Il tempo si era fermato e come chiuso dietro una parete trasparente vedevo i demoni fuori inermi davanti a quello spettacolo. Passarono pochissimi attimi nei quali le due presenze, quella buona e quella malvagia si scontrarono.
Poi il buio.
Mi svegliai e mi ritrovai nella torre vicino ai vostri corpi privi di sensi.

-Il sogno! -ripensai e dissi- Quella che hai visto era la nostra dea, che ti ha protetto e poi ha sconfitto l’oscura presenza. Presto aiutami a far rinvenire gli altri fratelli, cosi’ potremmo dare tutti insieme una degna sepoltura al nostro caro Weufhast.
-Chiamato Signore?- disse Weufhast entrando nell’atrio.
-Caro amico ma allora stai bene! Allora questa notte sara’ piena di canti e danze fino alla mattina, dopo aver naturalmente ringraziato di dovere la nostra Dea.
-Presto aiutami a far rinvenire gli altri che saranno contenti di tutte queste liete notizie!-

Cosi’ termina la mia storia,
purtroppo ben sapendo che la pace nel mondo non potra’ durare molto .

p.s. Ti starai probabilmente chiedendo che fine abbiano fatto gli altri fratelli di clan che non si erano presentati all’appuntamento ad Ugarit. Per fortuna sono tutti salvi ed il loro problema era stato solo il tempo; non erano riusciti ad arrivare in tempo in quanto avevano perso i cavalli!

da Kheil, La Voce de Gli Unicorni Alati [il Prescelto]

You must be logged in to post a comment.

Ultimi Commenti

  • Lily says:
    Non è l’inizio. Manca il raduno di Pistoia. Chiedete a joker, l’immoralissimo gettone....